Ogni prestazione sportiva deve essere accompagnata da una corretta alimentazione.

A questa regola non può sfuggire nessuno, soprattutto se si è TENNISTI.

Non ci riferiamo agli atleti di alto livello, ma al dilettante che fa sport qualche ora alla settimana.
Che si tratti di un giocatore professionista o solo di un dilettante, una partita di tennis richiede sempre un notevole dispendio di energie.

Le tabelle nutrizionali dicono che un giovane che svolge un’intensa attività sportiva per due ore al giorno, ha in media bisogno di 3.400 calorie, di cui almeno un quinto dovrebbero venire dalla prima colazione. Le razioni di energia sono inferiori per le donne e per i meno giovani.

Dobbiamo tener presente che l’organismo quando disperde energie utilizza come carburante le calorie.

Per proteggersi dalle malattie si serve di vitamine, minerali, fibre e antiossidanti.

Per la sua regolazione termica utilizza i liquidi, soprattutto, l’acqua. Infine, per rinnovare i suoi tessuti, il nostro corpo sfrutta le proteine e gli aminoacidi essenziali.

Se hai appena cominciato, o se sei un tennista esperto e vuoi migliorare le tue prestazioni, è dalla tavola che devi partire… Ecco come:

Prima di tutto idratazione. Un tennista, venti minuti prima di ogni incontro, deve bere circa un litro di acqua e, per evitare pericolosi cali di zucchero, mangia anche una barretta energetica o una banana.

Perciò la colazione deve essere un pasto sostanzioso.

COLAZIONE:
1. un frutto o una spremuta di arancia, per fornire vitamine e sali minerali già dal mattino.
2. Una porzione di latte scremato oppure yogurt oppure prosciutto o bresaola, per fornire alcuni grammi di proteine fondamentali per la muscolatura.
3. Un caffè o thè da dolcificare con fruttosio (zucchero della frutta)
4. Cereali o muesli o biscotti secchi, per fornire carboidrati e fibre fondamentali per fornire energia.

Ricordatevi di far colazione sempre con un certo anticipo, per dare al nostro stomaco il tempo di digerire.